Bio 

La perfezione non esiste – ma puoi sempre fare meglio e puoi sempre crescere

(Les Brown) 

Oggi 22 aprile 2020 mi fermo e riscrivo la mia biografia. Mi fermo in questo periodo epocale in cui tutto il mondo è fermo e gran parte in lockdown. E’ oggi che posso scavare dentro con più tranquillità.

 

Non posso darmi un ruolo o una definizione esatta. Qualcuno mi ha definito eclettico o camaleontico e allo stesso tempo, sarà successo a molti, accade che quando colleghi o amici mi rivedono a distanza di tempo mi dicono “beh, ma sei sempre tu”. Sì, sono sempre io che con una mia precisa identità cerco di affrontare ogni cosa con curiosità e ironia reinventandomi ogni giorno un po’ per necessità e un po’ per vocazione.

Oggi amalgamo con armonia le mie diverse esperienze: attore, clown, animatore, conduttore, regista, formatore teatrale, creatore di eventi, giochi, enigmi, specializzato nel mondo bambini.

 

Tutto comincia a sei anni con un concorso presentato da Pippo Baudo in cui scopro la passione per il palco con imitazioni di personaggi famosi tra cui lo stesso Pippo Baudo. A sedici anni iniziano le prime esperienze teatrali a Spoleto, mia città di origine, e la formazione continua a Milano alla scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi. Nel 2000 cominciano le prime tourneé teatrali in Italia e all’estero. Per la mia formazione e il mio percorso teatrale sono stati importanti gli incontri con Marco Baliani, Luca Ronconi, Eugenio Allegri, Elio De Capitani, Anton Milenin, Gigi Dall’Aglio, Massimo Belli. 

 

Parallelamente iniziano i primi spot pubblicitari in tv dal taglio particolarmente umoristico e comico (premio Humor al Gala della pubblicità nel 2001) lavorando per prestigiose agenzie quali Filmmaster,  Think Cattleya, BRW, Movie Magic, Harold & Motion, Adn Kronos, Dude, Bedeschi, Saatchi & Saatchi.

Vengo diretto da Giuseppe Tornatore, Alessandro D’Alatri, Dario Piana, Marcello Cesena.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Prendo parte a sit-com e fiction quali Camera Café con Luca e Paolo nel ruolo di Gustavo, e sono protagonista di puntata in Piloti con Bertolino e Max Tortora. Partecipo a Carabinieri e Don Matteo.

 

Nel 2004 posso unire l’esperienza televisiva e la mia passione per i gialli e per i travestimenti: dopo varie fasi di casting vengo infatti scelto dalla RTSI Svizzera come coprotagonista nella serie tv “Sergio Colmes indaga” diretto da Alberto Ferrari e per un anno mi divido tra Italia e Svizzera.

 

 

Nel 2008 sono scelto da Peppe Quintale come presentatore per L3 live, canale digitale di H3G col quale collaboro continuativamente per due anni.

Rimango sempre in rapporto con la mia città d’origine soprattutto con le collaborazioni per il Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto dapprima come assistente di scena e successivamente come mimo e assistente regia e infine come parte integrante del progetto formativo Opera Play.

 

Dal 2010 pur spaziando tra teatro, tv e opera lirica rimango più stabilmente a Milano e posso dedicarmi anche alla regia e all’organizzazione di eventi e alla formazione teatrale con una predisposizione verso il mondo bambini.

Collaboro anche con le associazioni Liberi Svincoli e PTP Piccolo Teatro Pratico come attore e regista per spettacoli di teatro ragazzi.

 

Negli ultimi anni creo eventi e game direttamente per enti e istituzioni e nel mondo corporate per conto di agenzie di comunicazione tra cui Hopplà, Co &Co, Arsenico, Integer ed Eventime. Eventi e teambuilding aziendali sono sempre sviluppati a partire dal branded content e con attività di forte impatto emozionale.

   

In alcuni periodi dell’anno tengo corsi di teatro presso scuole primarie lombarde e sono promotore del progetto ASCIR "A scuola con i re" con corsi di psicomotricità e scacchi come strumento formativo a più livelli.

 

Nel 2017 ho creato il primo Escape Game Kids in Italia per l’escape room The Impossible Society con la quale collaboro come partner unico.

 

Dal 2016 porto avanti il Progetto “KAMISHIBIKE – eco storie” unendo la mia passione del cicloturismo alla passione per la cultura giapponese. Narro storie ad immagini secondo la tecnica del kamishibai giapponese viaggiando in bicicletta.

“Abbiamo scelto per questa parte un attore camaleontico

  Guido Vanetti (produttore RTSI)